Social Housing

Concorso internazionale di progettazione “Abitare a Milano/2 Nuovi spazi urbani per gli insediamenti di edilizia sociale”, bandito dal Comune di Milano nel 2005.

Tra i diversi lotti disponibili per il concorso la scelta è ricaduta su quello di via Cogne, a Quarto Oggiaro. La proposta progettuale, di tipologia a corte come il progetto vincitore, consiste in un edificio composto da volumi attraversati da grandi bucature, che conferiscono un’elevata permeabilità alla luce solare, e caratterizzato da scelte volte al contenimento di consumi energetici quali i tetti giardino, i pergolati e i sistemi di oscuramento scorrevoli in facciata, i brise soleil e l’isolamento a cappotto. Secondo le richieste del bando gli appartamenti sono mono e bilocali di 60 mq massimo, proposti in numerosi tagli.

I punti di forza del progetto sono le scelte volte all’efficienza energetica, la qualità dei percorsi distributivi, la grande corte protetta in diretto contato con i centri di aggregazione e, trattandosi di housing sociale, anche l’economicità dell’intervento.

Capogruppo: arch. Lorenzo Berni. Team di progettazione: arch. Marco Segantini, arch. Gaetano Berni, arch. Andrea Costa, arch. Fabio Dacarro, arch. Stefano Teo Fabbris, arch. Filippo Selis.